Sono incinta

a Los Angeles

Sono incinta

Los Angeles, 5 Marzo 2014.

Io e mio marito eravamo in questa città unica, e a nostro avviso bellissima, per la seconda volta nell’ultimo anno.

Siamo innamorati della California e io ho un debole per Los Angeles, clima perfetto tutto l’anno, milioni di cose da fare, tantissime culture differenti e sopratutto la sensazione di vivere dentro un film. Ogni angolo qui sembra già visto o addirittura vissuto grazie all’industria cinematografica che è la vera protagonista e il cuore pulsante di questa metropoli.

La nostra quotidianità era scandita dai ritmi della scuola di inglese, dagli amici che frequentavamo, dalla spesa da fare e dai momenti che dedicavamo alla scoperta di LA.

Abbiamo trascorso 6 mesi bellissimi in California, presto ve ne parlerò con degli articoli proprio sui nostri viaggi in America, ma quest’ultima volta è stata resa speciale e davvero indimenticabile proprio grazie a quel 5 marzo. Data in cui ho scoperto di essere incinta di Giulio.

Ricordo quel giorno come fosse oggi e fatico a trattenere l’emozione.

Oggi si tratta di emozione e forse di un po’ di nostalgia, ma allora fu uno tsunami che sconvolse la mia vita. Il test di gravidanza me lo stava dicendo forte e chiaro: “pregnant”. Mancavano giusto un paio di punti esclamativi.

Da un po’ di tempo fantasticavamo sull’idea di avere un bimbo e da un paio di mesi ci stavamo “impegnando” per la realizzazione di questo sogno. Tra il fantasticare e il realizzare di solito c’è un oceano in mezzo e mai mi sarei aspettata di rimanere incinta così presto, proprio durante una vacanza in cui il mio obiettivo era fare tutte le montagne russe dei più bei parchi divertimenti del mondo, fare surf, bere con estrema spensieratezza e prendere il sole a Malibu cosparsa di Nivea.

In realtà pensandoci bene, con il test tra le mani, non ero prontissima. In quell’istante mi vennero in mente tutte le cose che avrei dovuto e voluto fare, guarda caso, proprio prima di avere un frugoletto tra le braccia. Viaggi, progetti, una casa da cercare, la macchina da cambiare…e il futuro sempre molto incerto erano solo alcune delle cose che destabilizzavano una me pianificatrice ed estremamente organizzata — il passato è d’obbligo con due figli e un marito nel pallone.

Ma torniamo a quel 05 marzo. Data in cui ho scoperto di essere incinta Da un paio di notti non riuscivo a dormire a pancia in giù, il seno mi faceva male e mi sentivo la pancia molto gonfia. Il mio ciclo, come spesso accadeva, era in ritardo e pensavo di avere tutti i sintomi che presagivano il suo arrivo in una forma più violenta.

Quella sera, dopo una super cena a base di sushi — visti i 9 mesi di astinenza da pesce crudo fu proprio un’ottima scelta lungimirante — tornando a casa mi fermai da CVS Pharmacy per comprare un test di gravidanza.

Lo chiamano il sesto senso. Io l’ho chiamato “facciamoiltestcosidomanimivieneilciclo”.

Feci il test nel bagno di quella che era la nostra quinta casa losangelina e aspettai 3  ore  minuti camminando nervosamente e spiando il test di tanto intanto. Diciamo che sbirciavo senza sapere davvero che risultato avrei voluto vedere…e poi… PREGNANT!!
Era scritto lì chiaro, senza linee varie da interpretare.

Un tuffo al cuore e poi nello stomaco. Le lacrime iniziarono a rigare il mio viso che improvvisamente si illuminò con un sorriso. C’era un grande specchio in quel bagno e io ero riflessa lì, sorridente, con un’istintiva mano sulla pancia.

Ero felice? Si che lo ero. Confusa e impaurita certamente, ma anche curiosa ed eccitata per quell’avventura che avrebbe per sempre cambiato le nostre vite e di cui ignoravo (ovviamente e fortunatamente) gli aspetti più difficoltosi.

Raggiunsi mio marito che era in trepidante attesa in salone.

Bastò un solo sguardo per dirci tutto. Tutto l’amore del mondo. Tutta la tenerezza del mondo.

L’abbraccio che ci siamo dati in quel momento è stato uno dei più lunghi ed intensi della nostra storia. Un’attimo durato un’eternità…

Poi: “e ora che si fa?”
Forse avrei dovuto leggere subito questo articolo qui: quello che le mamme non dicono.

to be continued…

13 Comments
  • Kiki
    Posted at 15:22h, 08 giugno Rispondi

    Ora sono davvero curiosa di sapere tutto su Los Angeles ma sopratutto su di te a LA incinta!! Non ti sei agitata un pochino sapendo che eri lontana da casa e dal dottore di fiducia? Io sarei entrata in panico!!

    • Dalila
      Posted at 15:52h, 08 giugno Rispondi

      Proverò a raccontare piano piano tutta la nostra esperienza losangelina. Certo che mi sono agitata. Dall’altra parte dell’oceano, con un fuso orario importante e altri viaggi nel mezzo da fare…mi sono agitata eccome! Però alla fine è andato tutto bene ed è stato anche bello vivere parte del primo trimestre da sola con mio marito lontano da occhi e bocche indiscrete 😉

  • Alfredo
    Posted at 15:25h, 08 giugno Rispondi

    Curioso di sapere le vostre avventure Californiane e i luoghi da non perdere a Los Angeles. Io e la mia ragazza andremo proprio li in vacanza quest’estate. Grazie

    • Dalila
      Posted at 15:53h, 08 giugno Rispondi

      Presto scriverò una mini guida di Los Angeles. In bocca al lupo per la vostra super vacanza!

  • Giorgia
    Posted at 15:32h, 08 giugno Rispondi

    Anche io quando rimasi incinta non sapevo cosa pensare e sopratutto non sapevo da dove iniziare…poi ho capito che non bisogna fare nient’altro che vivere serenamente questa fase stupenda della propria vita con un occhio in più di riguardo verso la propria salute, e di conseguenza di quella del piccolino/a. Aspetto il prossimo articolo sulla tua gravidanza! Baci

    • Dalila
      Posted at 15:57h, 08 giugno Rispondi

      È proprio cosí 🙂
      A presto!

  • Barbara
    Posted at 15:46h, 08 giugno Rispondi

    I love LA! I’m learning italian, so I hope your blog will help me in this goal. Ciao

    • Dalila
      Posted at 16:00h, 08 giugno Rispondi

      I really hope it will be helpful 🙂
      stay tuned

  • zuliani martina
    Posted at 21:19h, 08 giugno Rispondi

    complimenti

  • mary
    Posted at 10:40h, 09 giugno Rispondi

    Ovunque ci si trovi è la cosa più bella del mondo una notizia così e tu lo hai dimostrato . Aver vissuto il primissimo periodo della gravidanza esclusivamente con la tua dolce metà penso sia stato ancor più emozionante 😘🤗

    • Dalila
      Posted at 07:42h, 22 giugno Rispondi

      Si, è stato davvero emozionante 🙂

  • Francy
    Posted at 16:13h, 11 giugno Rispondi

    Che emozione rivivere quei momenti bellissimi… Anche io ho avuto un bel mix di gioia e ansia subito dopo aver fatto il test… Ma avevo le persone giuste vicino che avevano capito prima di me che ero incinta ahahah 🙄😆… Ne sai qualcosa vero?!?💖😍

    • Dalila
      Posted at 07:44h, 22 giugno Rispondi

      Sono momenti bellissimi che porteremo per sempre nel cuore. Impossibile dimenticare lo scorso Agosto amica mia <3 !

Post A Comment